Cerca nel Blog

Categorie

vellutata di cavolo viola

Vellutata di cavolo viola

Una crema di verdure ricca di vitamine e sali minerali che cambia colore come per magia ✨

Esperti di chimica o no, a tutti piace fare piccole magie in cucina: semplice e veloce, ecco come preparare questa vellutata scenografica.

Il cavolo cappuccio viola, anche detto cavolo rosso, possiede moltissime proprietà benefiche per il nostro organismo, oltre ad essere versatile all’uso in cucina. Molto più resistente al freddo rispetto al cavolo verza e perciò presente in commercio per tutta la stagione invernale.

Il Cavolo rosso è ricco di VITAMINE, per questo è un prezioso alleato del SISTEMA IMMUNITARIO, ricco di FERRO, CALCIO E POTASSIO, ricco di FIBRE, per questo ha effetto positivo sulla flora batterica e il transito intestinale. Antiossidante, disintossicante, riequilibrante: diciamo che, con tutte queste proprietà salutari, lo dovremmo consumare tutto l’inverno! E il bello è che si può essere consumato crudo in insalata, sotto forma di succo fresco, o come decotto di foglie.

A COSA DEVE IL SUO COLORE?

Questo ortaggio è ricco di ANTOCIANINE, dei pigmenti idrosolubili, che variano a seconda del PH dell’ambiente in cui si trovano: perciò se il nostro cavolo è coltivato in terreni neutri assume il “classico” color viola/porpora, in terreni acidi assume il colore rosso/rosa mentre in terreni alcalini assume il colore verde.

Il principio è lo stesso anche una volta che il nostro ortaggio è cotto: aggiungendo un elemento acido, io ad esempio ho utilizzato del cremor tartaro ma può andar bene anche del succo di limone, il nostro composto diventa rosa, aggiungendo un elemento alcalino, come ad esempio il bicarbonato di sodio, il composto diventa verde.

Vediamo quindi nel dettaglio come realizzare una vellutata di stagione, nutriente, salutare e scenografica.

 

Vellutata cavolo viola

Vellutata di Cavolo Viola

Preparazione 10 minuti
Cottura 1 ora
Portata Cena, primo
Cucina vegana, vegetariana
Porzioni 6 persone

Ingredienti
  

Per la Vellutata

  • 1 Cavolo Viola (circa 600 gr)
  • 2 Patate piccole
  • 1 Cipolla
  • q.b. Acqua
  • 2 Foglie di alloro
  • q.b. Sale

Per la Decorazione

Istruzioni
 

Preparazione Vellutata

  • Prendere il cavolo viola, eliminare le foglie più esterne, tagliare il cavolo a metà e, dopo averlo pulito ed eliminato la parte centrale tagliare le foglie a listarelle.
  • Pelare le patate e ridurle a cubetti, pulire la cipolla e tagliare finemente.
  • Unire cavolo, patate e cipolla in una pentola capiente (quella che utilizzate abitualmente per preparare la minestra), coprire con abbondante acqua, salare e aggiungere le foglie di alloro. Mettere la pentola con coperchio sul fuoco e portare a ebollizione. Raggiunto il bollore lasciare il coperchio socchiuso, abbassare la fiamma e lasciare cuocere per circa 60 minuti.
  • Trascorso il tempo di cottura rimuovere le foglie di alloro e frullare fino a ottenere una bella crema corposa (se la crema risulta ancora un po’ liquida e non della densità desiderata lasciare cuocere ancora alcuni minuti mescolando frequentemente per non lasciarla attaccare al fondo della pentola).
  • A questo punto la vellutata è pronta e potete dedicarvi alla guarnizione.
    preparazione vellutata cavolo

Decorazioni Magiche 🧚

  • Prelevare due mestoli di vellutata e mettere un mestolo in un bicchiere (o scodella) e l’altro mestolo in un altro bicchiere.
  • Nel primo bicchiere aggiungere un pizzico di CREMOR TARTARO, mescolare bene con un cucchiaino e osservare la trasformazione: la vellutata diventa di color ROSA
  • Nel secondo bicchiere aggiungere un pizzico di BICARBONATO DI SODIO, mescolare bene con un cucchiaino e osservare la trasformazione: la vellutata diventa di color VERDE/BLU
  • Nel piatto fondo mettere la vellutata, aggiungere il contenuto dei bicchieri in modo da creare una decorazione (io ho fatto una sorta di spirale rosa e delle goccioline verdi ma potete dar sfogo alla fantasia come più vi piace).
  • Prendere una manciata di semi (io ho utilizzato un mix di semi con semi di girasole, di lino, di zucca, di papavero e fiocchi d’avena) e posizionare sopra la vellutata senza però coprire l’effetto colorato.
  • Il piatto è pronto, perfetto per riscaldare queste giornate invernali e dare un tocco di colore in tavola. Potete accompagnarlo con fette di pane rustico o con dei croccanti crostini.

 

Tags: , ,
CONDIVIDI

3 Commenti. Nuovo commento

  • Molto bella davvero, finora avevo preparato il cavolo viola in agrodolce ma questa è una ricetta che voglio provare.
    Marina

    Rispondi
  • angela maria bizzarro
    19 Febbraio 2021 9:10

    eccezionale per la prima volta mercoledì sera ho fatto risotto e ho mantecato con stracchino molto buono ora proverò questa crema grazie

    Rispondi
    • Team Cavanna
      19 Febbraio 2021 10:52

      Grazie Angela, è un piacere sapere che le mie ricette possono essere d’ispirazione. Continua a seguirci per altre curiose specialità e facci sapere la tua opinione.
      A presto,
      Katia

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Recipe Rating




Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere

Rimani aggiornato su tutte le novità Cavanna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


riceverai via mail un codice sconto del 10% per i tuoi acquisti online


Leggi anche:

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutte le novità

Rimani aggiornato su tutte le novità Cavanna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER


riceverai via mail un codice sconto del 10% per i tuoi acquisti online