pasta frolla e marmellata

LA CROSTATA

UN CLASSICO CHE.. CON GLI INGREDIENTI GIUSTI E UN PO’ DI CREATIVITA’ VI STUPIRA’!

La crostata è il dolce classico per eccellenza, la ricetta della nonna, semplice da preparare, pochi ingredienti da utilizzare, risultato garantito per qualunque occasione (dalla colazione, alla merenda, alle occasioni speciali)
Le ricette della pasta frolla sono infinite: versioni senza burro, versioni senza glutine, versioni vegane, al cacao..c’è l’imbarazzo della scelta. Ecco che allora, dopo svariate prove, ho trovato quella giusta per me, un buon compromesso tra sapore, consistenza,  digeribilità, facilità di lavorazione e presentazione,  dato che “si mangia prima con gli occhi” .
Un dolce classico che, con pochi accorgimenti, potrà farvi fare un figurone: ecco come.

Prima di tutto è fondamentale la scelta degli ingredienti (che devono essere di qualità):

oltre alla confettura fatta in casa e al burro, fa la differenza la farina. La mia preferita è la farina di Farro monococco biologico:
una farina macinata a pietra che contiene un alto valore nutrizionale e, grazie al gusto più deciso rispetto alla farina di frumento, permette di ottenere una frolla che non ha bisogno di essere aromatizzata con buccia di limone o vaniglia, che andrebbero solo ad alterarne il sapore genuino e unico di questo cereale. Inoltre la frolla, una volta in forno, diventa dorata e croccante, e una volta tagliata a fette rimane compatta e senza briciole.

E poi entra in gioco la creatività: come decorare la crostata.
Il bello della pasta frolla è che ci permette di realizzare svariate forme,combinazioni, sovrapposizioni.. siamo noi a creare il disegno, a trasmettere qualcosa, a far si che la nostra crostata sia unica e d’effetto.

Assaporate il momento della preparazione, divertitevi e non abbiate paura di sperimentare (i miei bimbi quando vedono che sto per preparare la crostata mollano quello che stanno facendo, si rimboccano le maniche e via, tutti ad aiutare mamma!). Una volta sfornata fateci una bella foto perché sarà così buona che una volta assaggiata la prima fetta le altre spariranno in un secondo. Offritela a colazione, a fine pasto, a merenda.. perché è sempre il momento giusto per una fetta di crostata con marmellata

  • Difficoltà: FACILE
  • Tempo di preparazione: 6 MINUTI + 30 MINUTI (riposo in frigorifero) +30 MINUTI
  • Cottura: 40 minuti 
  • Teglia: ø 22 cm con cerniera con fondo removibile

 

INGREDIENTI

90 gr BURRO freddo di frigorifero a cubetti

90 gr ZUCCHERO

1 TUORLO

20 ml LATTE 

250 gr FARINA FARRO MONOCOCCO bio

250 gr CONFETTURA del gusto che preferite

 

PROCEDIMENTO

Nella ciotola della planetaria, munita di FRUSTA K (detta anche a FOGLIA),

mettere lo zucchero e il burro a cubetti (freddo di frigorifero) , azionare la planetaria ,a bassa velocità per circa 2 minuti (fino a che il burro non avrà assorbito lo zucchero). Aggiungere il tuorlo e farlo assorbire aggiungere il latte e farlo assorbire.

A questo punto fermare la planetaria, completare aggiungendo la farina, azionare a velocità media (2) e lasciare impastare fino a che la nostra frolla si stacca dalle pareti della ciotola lasciandole pulite (sarà sufficiente poco più di 1 minuto).

Rimuovere l’impasto, modellarlo leggermente con le mani dandogli la forma di un panetto, appiattirlo  un po’ con le mani e avvolgerlo in pellicola trasparente o un foglio riutilizzabile per alimenti; lasciare  riposare in frigo per mezzora.

(Questo passaggio è fondamentale per far si che il fondo della crostata non rimanga attaccato alla teglia)

Togliere la pasta frolla dal frigo e preparare il piano di lavoro con mattarello, tarocco (uno strumento in plastica dura di cui non posso più fare a meno, utilissimo per staccare con facilità la pasta dal piano), stampi di svariate forme e farina per spolverare.

Ungere con un po’ di olio il fondo della teglia o utilizzare un foglio di carta forno ritagliato della misura del fondo della vostra teglia; spolverare con abbondante farina il piano di lavoro, e stendere la pasta avendo cura di capovolgerla almeno una volta per non farla attaccare, e cambiando direzione continuamente con il mattarello. Non aver paura di osare ed ottenere uno strato molto sottile! (il sottile strato di pasta e l’abbondante strato di confettura faranno la differenza)

Con l’aiuto del tarocco verificare che la pasta si stacchi bene dal piano di lavoro, infarinare il mattarello e avvolgervi la frolla, spostarsi sopra la teglia e srotolare delicatamente. Eliminare la pasta in eccesso ottenendo cosi il fondo  con relativo bordo.

CONSIGLIO: non sempre l’impasto ha la stessa consistenza (dipende dalla dimensione del tuorlo o dalla farina che utilizziamo) se la vostra frolla risulta friabile e non riuscite a utilizzare il mattarello potete togliere il fondo della teglia e poggiarlo sulla frolla come stampo, ritagliare e una volta ricomposta la teglia disporlo sopra. Con la frolla di avanzo tagliare delle striscioline e comporre il bordo tutt’intorno. Per i dettagli vedi ricetta crostata senza glutine.

Con una forchetta bucherellare il fondo, cospargere con la confettura che preferite (quella fatta in casa non ha paragone) senza aver paura di esagerare. Ora entra in gioco la vostra creatività: io utilizzo degli stampi a stantuffo di forme diverse a seconda dell’occasione o semplicemente dell’impulso di quel momento. Questa frolla non prevede l’utilizzo dello lievito proprio perché cosi la decorazione dopo la cottura manterrà l’aspetto studiato precedentemente senza sorprese inaspettate.

A questo punto infornate a 180° in forno statico preriscaldato per 40 – 45 minuti, verificate la doratura e sentirete che profumino!

2 commenti su “LA CROSTATA”

  • Laura Profumo

    dice:

    Favolosa ! Grazie mille .

    • Brother Cavanna

      dice:

      Grazie!

      Katia

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

due × 2 =

Blog Cavanna CONSIGLI NOVITÀ IDEE MATERIE PRIME

DIFFERENZA TRA FARINA 0 E 00

NELLA MAGGIOR PARTE DELLE RICETTE TROVIAMO TRA GLI INGREDIENTI LA FARINA 00, PERCHE'? LA FARINA 00, ESSENDO MOLTO RAFFINATA, SI...
Leggi tutto
News

CHIUSURA ESTIVA

Gentili clienti, la Forneria Artigiana Cavanna si prende una pausa: saremo CHIUSI PER FERIE dal 25 giugno al 5 luglio...
Leggi tutto
PRIMI PIATTI RICETTE

INSALATA ESTIVA DI FARRO E FAGIOLINI

UN PIATTO UNICO PER LE GITE FUORI PORTA e PER COMBATTERE IL CALDO DELLE GIORNATE D'ESTATE In questi giorni il...
Leggi tutto
Blog Cavanna CONSIGLI NOVITÀ IDEE

COME CONSERVARE LA FARINA E IL RISO

La Farina è un alimento che non può mancare nelle nostre dispense, indispensabile per impanare o per preparare pane, pizza...
Leggi tutto
PANE PIZZA FOCACCIA RICETTE

COME SI FA LA PIZZA IN CASA COME IN PIZZERIA? Ecco la ricetta perfetta

IN COLLABORAZIONE CON ALESSANDRO LAGANA' _  PIZZERIA "LA MALCONTENTA" Siamo italiani e, da nord a sud, la pizza piace a...
Leggi tutto
DOLCI RICETTE

PASTE DI MELIGA di Nonna Rita

I TIPICI BISCOTTI PIEMONTESI CON FARINA DI MAIS Le paste di meliga sono biscotti classici della pasticceria piemontese, profumatissimi e...
Leggi tutto
CONSIGLI NOVITÀ IDEE News

I SIMBOLI SULLE CONFEZIONI

ETICHETTE ALIMENTARI: IMPARIAMO A RICONOSCERE I SIMBOLI Sulle confezioni alimentari sono presenti moltissime informazioni, dalla tabella nutrizionale all'elenco degli ingredienti,...
Leggi tutto
DOLCI RICETTE

PANCAKES VEGANI SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI

UNA COLAZIONE SENZA RIMORSI E ADATTA PROPRIO A TUTTI! Questa ricetta è SENZA LATTE, SENZA UOVA, SENZA ZUCCHERI AGGIUNTI e SENZA...
Leggi tutto
DOLCI RICETTE

PANCAKES D’AVENA

LA TIPICA COLAZIONE AMERICANA: SOFFICI FRITTELLE FARCITE CON TANTA FANTASIA Esistono molte varianti per preparare queste frittelle e ancor più...
Leggi tutto
PRIMI PIATTI RICETTE

RISO ROSSO AL TARASSACO

UN PRIMO PIATTO PRIMAVERILE RICCO DI PROPRIETA' BENEFICHE. Questa ricetta è veloce da preparare ma al tempo stesso salutare e...
Leggi tutto

Iscritivi alla newsletter

To top